Come l’iPhone 5 può influire sul mobile-reporting


Traduzione dell’articolo di Lindsay Kalter, pubblicato il 19 settembre 2012 su International Journalists’ Network

L’iPhone 5 dà ai giornalisti dei nuovi strumenti per il mobile-reporting. In un post sul blog del BBC College of Journalism, uno smartphone reporter, Marc Settle, discute dei pro e contro del nuovo sistema operativo dell’iPhone, iOS 6 (già in dotazione nell’iPhone 5, può essere installato anche sul 3GS, sul 4 e sul 4S). Ci sono cinque differenze rispetto al software precedente che Settle sostiene essere d’interesse per i giornalisti.

Regolazione suoni selettiva per fonte

iOS 6 offre la funzione “DND – Do Not Disturb” che blocca tutte le suonerie e gli avvisi a telefono acceso. Quello che può essere utile ai giornalisti, dice Settle, è che alcuni numeri – come quelli che appartengono a fonti importanti – possano essere esclusi dalla funzione, permettendo l’attivazione della suoneria per le loro telefonate. Inoltre, “numerose telefonate dallo stesso numero nell’arco di tre minuti disabiliteranno la funzione DND”.

Privacy maggiore

L’iOS 6 garantisce un alto livello di privacy che i giornalisti, in particolari ambienti, potranno apprezzare. “Simile alla DND, c’è una nuova opzione che permette di visualizzare velocemente quali app richiedano certe informazioni e bloccarle se richiesto” scrive Settle.

Una mappa “di base”

A dispetto delle precedenti versioni che usavano Google Maps, iOS 6 integra un sistema di mappatura Apple basato sulla navigazione TomTom. Le nuove caratteristiche includono indicazioni vocali, ricostruzioni grafiche del territorio e aggiornamenti sul traffico. Ma Google Street View non è più disponibile. Si perde così la capacità di condividere visuali “da terra” con un gruppo di utenti prima del loro arrivo sul posto. Perdere Google Maps “significa perdere una funzione che ritenevo utile per i giornalisti” dice Settle.

Condivisione di foto e video all’esterno

Photostream per iOS 5 ha reso disponibili su qualsiasi dispositivo iOS 1,000 foto in condivisione. Con iOS 6 queste foto possono essere condivise anche con dispositivi di terze parti. È utile per il mondo delle news, spiega Settle, perché “sarà ora possibile per un giornalista caricare una fotografia e consegnarla alla newsroom dei suoi colleghi in maniera quasi istantanea, anche senza inserire un indirizzo email”.

Integrazione con Facebook limitata

In iOS 6, gli utenti possono scaricare contenuti direttamente dalle diverse app e postarli sulle loro pagine Facebook. Tuttavia, questa funzione è utilizzabile solo per gli account personali. I giornalisti “non possono postare direttamente dal proprio iPhone sulle pagine dei loro giornali, ma solo sui loro profili personali” spiega Settle.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...